14 ottobre 2019

IL SABBATICO

su RAI News 24 



Il Podcast della rubrica settimanale a cura di Alberto Melloni 
andata in onda il 12 e 13 Ottobre 2019

Intervista e montaggio di Fabio Nardelli

07 ottobre 2019

NUVOLO

Sonorizzazione de I VideoGrammi




Il 12 Ottobre prossimo al Teatro degli Illuminati di Città di Castello (PG)
John De Leo parteciperà a “NUVOLO - C’ho da fare”, un evento interamente dedicato all’artista visivo amico e collaboratore storico di Alberto Burri.

In occasione dell’anniversario della nascita dell’artista tifernate, John insieme a Franco Naddei alla manipolazione della voce sonorizzeranno dal vivo i VideoGrammi, esperimenti di Video-Art recentemente restaurati girati da Nuvolo stesso. 


12|10|2019 Teatro degli Illuminati di Città di Castello (PG) | H.22:30 

10 luglio 2019

VOLO IH870

Progetto speciale in occasione del 39° Anniversario della Strage di Ustica

BOLOGNA 17 Luglio | Ore 21:30 
Parco della Zucca | Piazzale antistante al Museo per la Memoria di Ustica

In memoria delle 81 persone che il 27 giugno 1980 hanno perso la vita a bordo del DC9 dell’Itavia. In memoria di una pagina nera della Storia Italiana coinvolta in un intrigo internazionale. In memoria della ricerca per la verità storica, delle responsabilità civili e penali della Strage di Ustica.


   

Composizione musicale in tre atti di 
JDL Quartetto feat Simone Pappalardo 
sui video di Igor Imhoff, Saul Saguatti, Alberta Pellacani

Con John De Leo voce, laringofono, giocattoli
Franco Ranieri chitarra elettrica
Fabrizio Tarroni chitarra semiacustica
Silvia Valtieri pianoforte, fisarmonica
Simone Pappalardo elaborazione elettronica

A cura di Silvia Grandi | Cronopios Eventi 
Con il patrocinio di Alma Mater Studiorum Università di Bologna 
Dipartimento Arti Visive, Performative, Mediali | Istituto Storico Parri Emilia Romagna

Con il supporto di Daria Bonfietti 

in collaborazione con Istituzione Bologna Musei 

17 maggio 2019

METTERSI SCOMODI

Riflessioni sull’Improvvisazione di John De Leo 

Pubblicato sull’Editoriale 93% Materiali per una politica non verbale 
a cura di Graziano Graziani 


[Ph. Stefano Questorio] 


[…] Prima di ogni altra cosa, l’improvvisazione per me è la la ricerca in estemporanea della costruzione di un racconto plausibile che, nel divenire della narrazione irripetibile, si avvale, reinventa e trascende più linguaggi e che scaturisce e dipende indissolubilmente dal contesto esecutivo. Oltre che da eventuali altri narratori implicati se vi fossero, ovviamente.

[…] Premesso che quante più parole (note, fraseggi, stili) si conoscono quanto più si può articolare un discorso (composizione, rappresentazione), vale la pena soffermarsi su alcune variabili, forse anche ovvie, che hanno a che vedere con l’incidenza del “contesto esecutivo” sulle scelte del linguaggio espressivo da parte dell’improvvisatore.

[…] Avere coscienza del contesto, così come anelare a instaurare una qualche connessione con il pubblico (odiens) credo rientrino nelle responsabilità dell’artista. 
Le responsabilità del pubblico dovrebbero essere nelle istanze dell’ascolto senza preconcetti ma meglio non inerpicarsi in discorsi insanabili quanto domande esistenziali, destinati a perdersi nell’aria in circolo; le responsabilità rimbalzerebbero su quelle istituzioni che dovrebbero formare il pubblico, quindi verrebbero travolte dai venti delle politiche culturali per cadere infine nell’immensa cloaca iridescente dell’economia dell’Arte. Quindi non ne parlerò.


Grazie a Graziano GrazianiALDES e Roberto Castello